Assomigliamo alle auto che possediamo. lo ha dimostrato uno studio austriaco

Assomigliamo alle auto che possediamo. lo ha dimostrato uno studio austriaco

Due ricercatori della University of Vienna hanno dimostrato come i calcoli razionali, la valutazione dei dati tecnici e l’aspetto puramente estetico non sono gli unici concetti che guidano le persone nella scelta di un’automobile al momento dell’acquisto.
Il loro studio ha dimostrato come la somiglianza fra i tratti somatici del viso e l’aspetto della combinazione tra mascherina, fanale e paraurti influenzano inconsciamente la propensione all’acquisto.
I due ricercatori, per confermare la loro tesi, hanno eseguito un test raccogliendo trenta immagini di automobili e dei rispettivi proprietari.
Ciascuna vettura è stata poi accoppiata con la foto di sei persone diverse.
Il test è stato sottoposto a centosessanta volontari – donne e uomini di età compresa tra i 16 e i 78 anni – ai quali è stato chiesto di classificare i sei volti in base alla maggiore o minore somiglianza con l’automobile.
I risultati sono sorprendenti. Il proprietario è stato individuato con una frequenza altissima, nonostante fosse impossibile riconoscere elementi relativi allo stato sociale o qualunque dettaglio che li legasse alla loro automobile.
Stefan Stiegar e Martin Voracek hanno pubblicato il loro lavoro sullo Swiss Journal of Psychology.