UNA “S’IGNORA” PER FIAT E UNESCO GIOVANI

UNA “S’IGNORA” PER FIAT E UNESCO GIOVANI

Il marchio Fiat consolida il suo legame con il mondo della musica, confermando la sua attitudine a “scoprire” melodie nuove, originali e d’autore. Con la 500, icona e patrimonio italiano, sceglie “S’ignora”, il primo progetto in Italia – promosso dal Comitato Giovani della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO – che unisce musica, arte figurativa ed architettura in un’unica performance live per accendere un faro sulla “bellezza nascosta” riportando alla luce meraviglie, armonie, scorci, dettagli oggi spesso ignorati.

Protagonisti di questo viaggio, il cantautore Giovanni Caccamo – quest’anno nominato Ambasciatore italiano UNESCO Giovani – e il pittore Giovanni Robustelli che a bordo di Fiat 500, vera e propria icona del made in Italy nel mondo, toccheranno dieci località di grandissimo fascino del patrimonio artistico italiano, instaurando così un dialogo tra la performance ed il contesto in cui la stessa prende vita.

Per la selezione dei brani musicali si è usato il doppio criterio contenuto nel titolo “S’ignora”: infatti, saranno eseguiti brani che grandi autori hanno cucito su eccezionali interpreti, donne della musica italiana; piccoli gioielli che in alcuni casi, nonostante la loro incredibile bellezza, non hanno avuto nel tempo la popolarità che avrebbero meritato, o che nascondono aspetti, storie o citazioni poco note. Durante lo spettacolo, Giovanni Robustelli dipingerà live su grandi tele soggetti ispirati alle armonie in esecuzione e al luogo protagonista della performance. A fine tour verrà realizzata una mostra dove i quadri saranno esposti e venduti a sostegno di un progetto per la salvaguardia e la tutela dell’arte italiana.

 

Calendario del tour “S’ignora”

  • 21 marzo (Data 0) Madonna di Campiglio – TN (FIAT Chalet);
  • 21 aprile Genova (Palazzo Spinola – Circolo Artistico Tunnel);
  • 28 aprile Alberobello – BA (Belvedere Santa Lucia);
  • 1 maggio Aosta (Piazza Emile Chanoux – Les Mots Festival);
  • 6 maggio Torino (Palazzo Ceriana Mayneri – Circolo della Stampa);
  • 10 giugno Siracusa (Piazza Duomo – Ortigia);
  • 29 giugno Carpi – MO (Piazza Re Astolfo – Carpi Summer Fest);
  • 15 luglio Agropoli – SA (Castello di Agropoli);
  • 27 luglio Lerici – SP (Castello di Lerici);
  • 28 luglio San Gimignano – SI (Rocca di Montestaffoli).
L’AUTO CHE SOGNANO I MILLENNIALS

L’AUTO CHE SOGNANO I MILLENNIALS

I Millennials come immaginano le vetture di domani?
Per scoprirlo FCA promuove anche quest’anno l’iniziativa “I AM FCA – Innovation Award Millennials”: un vero e proprio “contest” riservato a studenti triennali e magistrali di Economia.

L’anno scorso fu un trionfo con pioggia di partecipanti arrivati a fiumi dalla Seconda Università di Napoli (oggi diventata Università della Campania “Luigi Vanvitelli”) e dall’Università di Cassino e del Lazio Meridionale. Quest’anno si andrà oltre perché a questi due atenei se ne sono aggiunti altri quattro, tra i più importanti dell’Italia Centro-Meridionale: l’Università degli Studi del Molise, l’Università degli Studi “Gabriele d’Annunzio” di Chieti e Pescara, l’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro” e l’Università degli Studi della Basilicata.
“La formula – spiegano gli organizzatori – non è cambiata rispetto alla scorsa edizione, è invece aumentato (ovviamente) il numero dei giovani premiati. Così, mentre nel 2016 a vincere lo stage negli stabilimenti FCA di Cassino e G. Vico di Pomigliano d’Arco furono quattro ragazzi, quest’anno saranno in sei a poter lavorare in un impianto FCA del Centro-Sud Italia, mentre altri sei si aggiudicheranno un riconoscimento per il lavoro svolto. Anche quest’anno l’adesione è stata molto elevata. A fronte del coinvolgimento di quasi 5 mila studenti in 80 aule, sono stati ben 1.326 i giovani che hanno presentato un progetto, in pratica più di uno ogni quattro partecipanti”.

Come partecipare? Facile: basta rispondere (su www.millennials-fca.com) con un massimo di 4 mila caratteri ad alcune domande: “Come immagini le auto tra 15 anni?”, “Che cosa faresti con la tua auto se potessi?”, “Che cosa dovrebbero fare i produttori di auto per migliorare la tua vita?” e “Musica, social network e digital life: come le auto possono migliorare la tua esperienza con essi?”.

Tutte le proposte giunte saranno ora analizzate e giudicate dall’Innovation Board valutatore, composto da quattro persone. In rappresentanza di Fiat Chrysler Automobiles: Daniele Chiari, Giorgio Cornacchia e Silvia Vernetti, rispettivamente responsabili per l’area EMEA di FCA di Product Planning & Institutional Relations, Engineering e del Centro Ricerche CRF, dell’ente Business Development. In rappresentanza degli atenei, il professor Mario Sorrentino, ordinario di Business planning e creazione d’impresa all’Università della Campania “Luigi Vanvitelli” e Direttore di Start up Lab.

CROSSROADS AL MUSEO INTERNAZIONALE DELL’AUTOMOBILE DI TORINO

CROSSROADS AL MUSEO INTERNAZIONALE DELL’AUTOMOBILE DI TORINO

Dal 29 marzo al 25 giugno 2017 il Museo Nazionale dell’Automobile di Torino ospiterà la nuova mostra “CROSSROADS. Incroci Italia-USA, dal dopoguerra al boom economico”, con la curatela artistica di Luca Beatrice, quella tecnica del Direttore del MAUTO Rodolfo Gaffino Rossi e il patrocinio del Consolato Generale degli Stati Uniti d’America a Milano.
La retrospettiva racconta il contesto socio-culturale italiano a confronto con quello americano, tra la fine della Seconda Guerra Mondiale e gli Anni Sessanta, approfondendo le reciproche contaminazioni tra arte e Car Design.

La prima parte del percorso espositivo è un viaggio dentro le suggestioni visive, musicali e cinematografiche con un riferimento a quegli autori e artisti che hanno raccontato l’immaginario dell’epoca più rivoluzionaria della storia del Novecento, da Andy Warhol a Roy Lichtenstein, da Mimmo Rotella a Mario Schifano, Bert Stein e Tazio Secchiaroli.
Nella seconda parte del percorso espositivo, quella più propriamente dedicata alle vetture, si sviluppa il tema del confronto e del dialogo tra car-design italiano e car-design americano nel periodo preso in esame. E’ un tassello fondamentale nel racconto della storia del design poiché, nel secondo dopoguerra, le influenze reciproche delle due scuole di stile – quella italiana e quella americana – sono state il motore di tutte le future evoluzioni della progettazione.

LANCIA AL MILANO DESIGN WEEK 2017

LANCIA AL MILANO DESIGN WEEK 2017

Dal 4 al 9 aprile, la nuova Lancia Ypsilon Unyca sarà protagonista del Fuori Salone, nell’ambito della Milano Design Week 2017. Il pubblico potrà ammirare la serie speciale dedicata alle donne che desiderano una vettura glamour, pratica e moderna all’interno dell’Inhabits – Milano Design Village presso il Parco Sempione, nella zona di Piazza del Cannone. L’esposizione è dedicata all’architettura e al design, e proprio il design è stato oggetto di particolare attenzione da parte del Centro Stile e del Team Lancia per la nuova Ypsilon Unyca. Il modello, infatti, si distingue per lo stile ancora più personale grazie alle sue finiture estetiche dedicate, che rappresentano una novità in termini di design e carattere urbano sia all’esterno sia negli interni.

La Fashion City Car si mostra nella sua nuova veste ispirata al mondo Athleisure, lo stile che più di ogni altro riflette le attività urbane nel mondo contemporaneo. Nella moda, è la tendenza a indossare capi comodi, pensati per l’allenamento e il fitness anche in altri momenti della giornata, in contesti formali o casual. È il nuovo trait d’union tra l’ambito sportivo e quello fashion, simbolo della cura del sé fisico e mentale.