PNEUMATICI ADDIO, LE RUOTE DEL FUTURO SONO SENZA ARIA

PNEUMATICI ADDIO, LE RUOTE DEL FUTURO SONO SENZA ARIA

Nel 2050 si prevede che il parco auto del pianeta Terra sarà duplicato rispetto all’attuale superando i due miliardi di veicoli, per questo motivo è necessario che il mondo dell’automotive si applichi sempre di più in ricerca e sviluppo al fine di favorire una riduzione dell’impatto sull’ambiente e il conseguente consumo di risorse.

In questa direzione si stanno muovendo anche i produttori di pneumatici, in particolare la Michelin ha creato Vision: un prototipo rivoluzionario ricaricabile dalla struttura biodegradabile e riciclabile. Vision utilizza un battistrada depositato direttamente sulla struttura della ruota senza vulcanizzazione e con un spessore inferiore alle gomme tradizionali. Può dunque essere “ricaricato” come si fa per la scheda dello smartphone tutte le volte necessarie.

Per ovviare al problema della evacuazione dell’acqua quando piove, tra battistrada e cerchio strutturale vi sono appositi fori che favoriscono la fuoriuscita del liquido grazie alla spinta della forza centrifuga. Infine il nuovo Vision di Michelin porta ad un livello ancora superiore l’internet of things (IoT) diventato un elemento connesso a tutto il sistema della vettura, per trasmettere informazioni sul suo funzionamento e permettere di gestire al meglio i parametri di regolazione della dinamica di marcia e gli interventi di manutenzione e rigenerazione del battistrada.

NONO TITOLO MONDIALE: TONY CAIROLI ENTRA NELLA LEGGENDA

NONO TITOLO MONDIALE: TONY CAIROLI ENTRA NELLA LEGGENDA

Fiat Professional celebra una leggenda: Tony Cairoli, ancora una volta, “vola” più in alto di tutti aggiudicandosi il suo nono titolo mondiale sullo storico circuito di Assen, in Olanda. È un record incredibile che porta il pilota siciliano nella storia di questa disciplina, dietro solo al belga Stefan Everts che ne ha vinti dieci nella sua carriera.

Coraggio, velocità e capacità di affrontare avversità e imprevisti: sono queste le doti che hanno reso unica la carriera di Tony Cairoli e che lo hanno visto trionfare in questa stagione, dove ha mantenuto sempre la testa della classifica. E a una gara dalla conclusione, il pluricampione si è imposto ieri nell’edizione 2017 del “MXGP of The Netherlands”, totalizzando i punti necessari per vincere matematicamente il nono titolo e mostrando al mondo intero la sua straordinaria tecnica che, insieme a passione e impegno costante, ne fanno un vero e proprio fuoriclasse.

Con il quarto posto alla 18esima tappa del FIM Motocross World Championship MXGP 2017, di cui Fiat Professional per il secondo anno consecutivo è Official Sponsor, salgono a 710 i punti di Cairoli che ha dimostrato come la sua voglia di vincere degli esordi sia sempre intatta. La stessa determinazione a perseguire nuovi traguardi che anima Fiat Professional, il primo marchio “born to be professional” interamente dedicato ai clienti del trasporto leggero. Per valori e obiettivi condivisi, quindi, il brand ha scelto il pluricampione siciliano come suo ambasciatore nel mondo.

L’evento di Assen, inoltre, ha offerto al grande pubblico la possibilità di ammirare tre veicoli in rappresentanza dell’ampia gamma di Fiat Professional. Sullo stand, allestito all’interno del circuito, erano infatti esposti l’inarrestabile Fullback, impreziosito da una particolare livrea ispirata al mondo del motocross; il versatile Talento, contraddistinto da una sportiva livrea con bandiera italiana; e il nuovo Ducato 4×4 che amplia le possibilità di utilizzo del modello, sia per il lavoro sia per il tempo libero, grazie soprattutto alla sua trazione integrale di tipo permanente con due scatole di rinvio e un giunto viscoso centrale a funzionamento automatico. Tra l’altro, ai recenti saloni internazionali sta riscuotendo un grande successo lo Show vehicle Ducato 4×4 Expedition 2017, la risposta ideale per chi è sensibile a uno stile di vita sportivo e avventuroso, ma che non rinuncia al meglio dei contenuti tecnologici.

IL MARCHIO FIAT NUOVAMENTE A CANESTRO CON FIAT TORINO

IL MARCHIO FIAT NUOVAMENTE A CANESTRO CON FIAT TORINO

 

Per la seconda stagione consecutiva, il marchio Fiat è sponsor dell’Auxilium Pallacanestro Torino, la storica società subalpina che milita nel campionato di serie A e che ha riportato il grande basket sotto la Mole dopo ventidue anni di assenza. Lo spirito di squadra, la passione, il coraggio e la determinazione sono i valori alla base del rapporto con la Fiat Torino. Il marchio Fiat è storicamente legato al mondo dello sport: dalla Nazionale di calcio al mondo delle corse sino al sostegno alle tante discipline che ogni giorno sono praticate a qualunque livello sui campi di gara, nelle palestre, nei circuiti o nelle piscine dell’intero Paese.
Questa partnership rappresenta quindi un legame particolarmente forte in cui il marchio Fiat crede, anche come testimonianza concreta verso la città di Torino per la sua presenza da protagonista nel mondo del basket in particolare e nel mondo dello sport, in generale.

La perfetta compagna di viaggio di questa rinnovata avventura sportiva sarà nuovamente la Fiat Tipo, l’automobile che rappresenta il connubio ideale tra spaziosità, funzionalità, stile, design e valore. Una vettura che si concilia perfettamente con lo spirito della pallacanestro, soprattutto nella nuova versione S-Design, la declinazione sportiva ordinabile in tutte le concessionarie Fiat dalla scorsa settimana.
Come la Tipo, che è la vettura più venduta nel proprio segmento in Italia ed è nella top ten europea delle automobili più vendute, anche la Fiat Torino intende presentarsi da protagonista nel campionata italiano e in Eurocup. Numerose le novità rispetto alla scorsa stagione, a partire dal nuovo allenatore Luca Banchi, un coach che ha nel proprio DNA una storia di vittorie e successi, insieme ad un grande carisma che potrà trasmettere con passione e competenza a tutta la squadra. Inoltre, la nuova presenza della stella del roster, la guardia slovena Saša Vujačić, due volte campione NBA con i Los Angeles Lakers, insieme a Garrett, Patterson e Jones, assicurerà alla Fiat Torino un ruolo di primo piano.

Fiat consolida quindi il proprio legame con il mondo dello sport, apponendo anche quest’anno il proprio logo sulle divise della squadra pronta per una stagione da protagonista.

PER L’AMORE DELLA CORSA

PER L’AMORE DELLA CORSA

 

Fino al 21 novembre, si svolge a Parigi l’esposizione “Per l’amore della corsa”, un viaggio alla scoperta di due famose competizioni italiane – Mille Miglia e Targa Florio – che hanno contribuito a creare la leggenda sportiva dei marchi Alfa Romeo, Fiat e Abarth. Far rivivere alcune pagine di questa storia, costellata di successi sulle strade e i circuiti di tutto il mondo, può aiutare a capire come si è formato, negli anni e sull’impegnativo banco di prova delle corse, quell’inestimabile patrimonio di stile e tecnica che ha portato alle vetture di oggi.

Ospita l’evento il suggestivo MotorVillage Rond-Point des Champs-Elysées, lo showroom dei marchi FCA posto nel cuore della capitale francese, oltre che luogo d’incontro per eventi culturali all’insegna del gusto italiano in tutte le sue forme. In particolare, “Per l’amore della corsa” consente al grande pubblico d’immergersi nell’atmosfera tipica delle corse automobilistiche, di ieri e di oggi, grazie a uno speciale allestimento dove si alternano splendide auto d’epoca, che hanno partecipato alle due competizioni agonistiche, e i suggestivi scatti di Giacomo Bretzel, fotografo di fama internazionale che ha seguito diverse rievocazioni storiche di entrambe le gare.

Tra le rarità in mostra spiccano due automobili Alfa Romeo – la RL Super Sport MM del 1927 e la 33 TT 12 del 1975 – provenienti dal Museo Storico Alfa Romeo di Arese, denominato “La macchina del tempo”, e appartenenti alla collezione di  FCA Heritage, il dipartimento del Gruppo dedicato alla tutela e alla promozione del patrimonio storico dei brand italiani di FCA.  

Oltre alle due vetture storiche provenienti dal Museo Storico Alfa Romeo, il pubblico avrà l’opportunità di ammirare la rara Maserati Tipo 63 “Birdcage” – modello che si distinse alla Targa Florio del 1961 – e una Fiat Abarth 750 Coupé Zagato, in omaggio alla vittoria di classe ottenuta da questo modello alla Mille Miglia del 1957. Entrambe le vetture provengono da collezioni private.

Infine, va ricordato che l’esposizione “Per l’amore della corsa” è anche l’occasione ideale per conoscere da vicino le ultime novità della gamma FCA: dall’Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio all’Alfa Romeo Stelvio, dall’Abarth 124 spider all’Abarth 695 XSR Yamaha Limited Edition, fino alla Fiat Spider 124. È la migliore dimostrazione di quanto sia forte il fil rouge che lega da sempre le auto del passato e quelle di attuale produzione contraddistinte dai loghi Alfa Romeo, Fiat e Abarth.