Attualità

FIAT CONCEPT CENTOVENTI, UN CONCEPT CHE MERITA IL PREMIO

FIAT CONCEPT CENTOVENTI, UN CONCEPT CHE MERITA IL PREMIO

 

Dopo il debutto mondiale all’ultimo Salone di Ginevra, a fine settembre è arrivato il trionfo internazionale ai Red Dot Award 2019, l’ambito riconoscimento internazionale per i prodotti di eccellenza nel design industriale. È così che prende strada Fiat Concept Centoventi, il rivoluzionario prototipo di compatta elettrica che interpreta la visione Fiat per la mobilità elettrica democratica del futuro.

La giuria dei Red Dot Award era composta da 21 tra i più importanti professionisti e docenti internazionali di Design e il premio è stato assegnato proprio nella categoria Design Concept, confermando che la dimensione innovativa di Fiat Centoventi va ben oltre il mondo automotive.

Infatti l’approccio “fuori dal coro” di Fiat Centoventi affronta il tema della mobilità elettrica con un nuovo modello di business: la Centoventi è essenziale e al contempo completamente personalizzabile, in qualsiasi fase del suo ciclo di vita e in tutti i suoi dettagli.

Internamente gli accessori sono intercambiabili e installabili con modalità “plug and play” – dal cluster alle tasche portaoggetti, dai sedili ai seggiolini per i bambini – direttamente dal cliente. Anche il look esterno può essere creato su misura, grazie alla carrozzeria wrappabile, i paraurti personalizzabili, e sono disponibili diversi tipi di tetto per indossare un vestito nuovo con il cambiare delle stagioni o secondo le proprie passioni.

Inoltre, il range di autonomia della Concept Centoventi è anch’esso modulare. Grazie all’innovativa architettura delle batterie, l’autonomia può variare da 100 a 500 chilometri, permettendo alla Centoventi di adattarsi a usi diversi, da quello per gli spostamenti in città alle gite fuori porta del week-end.

 

ABARTH 695 70°ANNIVERSARIO, UNA SERIE SPECIALISSIMA

ABARTH 695 70°ANNIVERSARIO, UNA SERIE SPECIALISSIMA

 

In questo anno di celebrazioni per il 70esimo della Casa dello Scorpione, a inizio ottobre è arrivato il più importante dei tributi all’inventiva di Carlo Abarth: a Milano è stata presentata la nuova Abarth 695 70° Anniversario. Prodotta in limited edition di 1949 unità, in omaggio all’anno di nascita del Marchio, ha già iniziato a far sognare gli appassionati e ha subito regalato emozioni vere nei test drive effettuati dai partecipanti all’Abarth Days 2019.

In livrea verde Monza 1958, e con diversi dettagli in grigio Campovolo, Abarth 695 70° Anniversario colpisce subito per il nuovo alettone sopra il lunotto: uno Spoiler ad Assetto Variabile che consente al pilota di settare il comportamento dell’auto, in funzione del tracciato e del suo stile di guida, migliorando le prestazioni aerodinamiche.

Regolabile manualmente in 12 posizioni, con inclinazioni da 0° a 60°, lo Spoiler assicura un’eccellente dinamica del veicolo, aumentando la tenuta nel misto veloce e la stabilità alle alte velocità. In una sola parola, aumenta le “performance” ed era proprio questo il concetto fondativo di Carlo Abarth: andare ben oltre la ricerca di pura potenza, velocità massima, accelerazione, per ottenere la performance a 360° gradi attraverso lo sviluppo di soluzioni tecniche innovative.

Il nuovo Spoiler ad Assetto Variabile della Abarth 695 70° Anniversario è quindi un importante risultato ingegneristico, per altro ottenuto grazie anche alle prove effettuate nella galleria aerodinamica full scale situata a Orbassano, dove FCA testa i suoi veicoli.

 

 

 

FIAT PROFESSIONAL E GLI SPOT PER DIRE CHE L’AFFIDABILITÀ È ANCHE FUORI ORARIO

FIAT PROFESSIONAL E GLI SPOT PER DIRE CHE L’AFFIDABILITÀ È ANCHE FUORI ORARIO

 

Nella nuova campagna pubblicitaria di Fiat Professional, i protagonisti degli spot non si tirano mai indietro di fronte a un problema lavorativo, qualunque sia il momento, perché un vero professionista non smette mai di esserlo.

Come spesso capita nella vita di tutti i giorni di un professionista, nelle brevi e divertenti storie rappresentate c’è sempre un amico, un parente o un vicino pronto a chiedere un favore nei momenti più improbabili. E alla fine si affronta comunque la sfida, sapendo anche di poter contare sulla piena affidabilità e versatilità del proprio veicolo Fiat Professional.

Del resto, il marchio italiano è il miglior partner del mondo produttivo grazie alla sua gamma articolata su ogni tipo di lavoro, un’offerta “full liner” che risponde a qualunque tipologia di trasporto, di persone o merci, e che copre tutti i segmenti – dai car-derived van ai grandi furgoni – proponendo ogni tipo di carrozzeria, portata e volume, oltre a offrire una completa scelta di varianti di passo, lunghezza e altezza. Anche i motori sono ad alta efficienza e con diverse alimentazioni.

Gli spot da 30″ sono in onda sulle tv dallo scorso 8 settembre, qui potete vedere uno dei soggetti www.youtube.com/watch?v=DvF0w6tlUyU&feature=youtu.be

 

FIAT PANDA TRUSSARDI, LA NUOVA PANDA DI MODA

FIAT PANDA TRUSSARDI, LA NUOVA PANDA DI MODA

 

In occasione della Milano Fashion Week dello scorso settembre, c’è stato il lancio di un nuovo trend da seguire. Anzi, questa volta si tratta di una nuova moda da guidare: Fiat Panda Trussardi.

È la prima “luxury Panda” nella lunghissima storia di questo modello e, restando fedele alla sua vocazione funzionale e cool, da ora è pronta a sfilare sfoggiando l’eleganza e lo stile urban-chic di Trussardi, anche fuoristrada.

Infatti, come un capo passe-partout adatto a qualsiasi utilizzo e che fa sentire a proprio agio in ogni situazione, Panda Trussardi nasce su una base Panda Cross – con motore 1.2 da 69 CV o il brillante TwinAir Turbo 0.9 a benzina da 85 CV, a trazione anteriore e a trazione integrale – esibendo un outfit, accessori e dettagli perfettamente curati e coordinati dai designer del Centro Stile Fiat e dagli stilisti Trussardi.

Il legame valoriale tra i due marchi che hanno fatto la storia nei rispettivi settori, portando il meglio del “Made in Italy” nel mondo, è sottolineato dalla importante presenza del logo Trussardi. Il Levriero spicca infatti sul cristallo della terza luce laterale, al centro dei cerchi in lega, e sulle modanature laterali. Mentre all’interno, oltre ai tappetini, il lettering Trussardi impreziosisce la cintura di sicurezza, che oltretutto è anche protagonista nel recente video “Torn” della cantante Ava Max, già visibile su youtube https://www.youtube.com/watch?v=wBmWvvTV0P4

 

 

ARRIVA DUCATO ELECTRIC, IL PRIMO FIAT PROFESSIONAL 100% ELETTRICO.

ARRIVA DUCATO ELECTRIC, IL PRIMO FIAT PROFESSIONAL 100% ELETTRICO.

 

I professionisti comincino a pensarci e a fare i loro calcoli: dal 2020 Ducato, il best seller che da circa 40 anni si evolve costantemente per soddisfare le diverse esigenze di business, sarà disponibile anche in versione completamente elettrica di tipo BEV (Battery Electric Vehicle), andando ad affiancare il Ducato Natural Power a metano nell’offerta di trazioni alternative.

Presentato in anteprima mondiale lo scorso luglio, nel contesto dell’evento dedicato al nuovo Ducato MY 2020, Fiat Ducato Electric è nato da una specifica e dettagliata analisi dell’utilizzo reale del cliente – attraverso un processo di acquisizione dati durato un anno e che ha interessato i molteplici utilizzi del veicolo commerciale – in cui si conferma che oltre il 25% del mercato ha già una completa “BEV Attitude” dal punto di vista di utilizzo, percorso, dinamica e prestazioni e che risulta quindi già “pronta” al cambio di mobilità.

I primi a essere pronti a questa soluzione sono i professionisti che operano in specifiche aree di business: dall’e-commerce ai servizi postali e di spedizioni, dalla ristorazione a domicilio al trasporto locale hub-spoke, alla semplice necessità di avere accesso ai grandi centri urbani che sempre più limitano la circolazione ai veicoli con trazione tradizionale.

Per offrire una soluzione di mobilità tagliata su misura per esigenze diverse, Fiat Ducato Electric si proporrà con opzioni modulari di batterie differenti con autonomia variabile, da 220 a 360 km (ciclo NEDC), e diverse configurazioni di ricarica. Tutto questo a fronte di prestazioni di assoluto valore: velocità limitata a 100 km/h per meglio ottimizzare gli assorbimenti energetici, potenza massima di 90 kW e coppia massima di 280 Nm. Valori che non vanno ad intaccare volumetria di carico e portata del Ducato, fattori che rappresentano dei riconosciuti punti di forza del furgone di Fiat Professional.

 

 

ALFA ROMEO A SILVERSTONE, APRIPISTA NELLA STORIA DELLA F1.

ALFA ROMEO A SILVERSTONE, APRIPISTA NELLA STORIA DELLA F1.

All’ultimo Gran Premio di Formula 1 in Gran Bretagna, la consueta drivers parade prima della gara è stata aperta da una leggendaria Alfetta, la Alfa Romeo GP Tipo 159 che nel 1951, guidata da Juan Manuel Fangio, vinse il campionato del mondo di F1 con una prestazione entusiasmante: su 13 Gran Premi 10 vittorie, 10 pole position e 13 giri più veloci.

Con questo meritatissimo ruolo di apripista – oltretutto condotto da un pilota d’eccezione quale Kimi Raikkonen, campione del mondo 2007 e attuale alfiere della scuderia Alfa Romeo Racing – si è voluto celebrare la storia della F1, che iniziò proprio a Silverstone con la prima gara del campionato mondiale. Era il 13 maggio 1950 e la Formula 1 nacque sotto il segno del Biscione: prima al traguardo fu la Alfa Romeo GP Tipo 158, capostipite delle Alfette, e al volante c’era Nino Farina, colui che sarà sempre ricordato come “il primo pilota che si è fregiato del titolo mondiale”, parole di Enzo Ferrari.

Proprio citando Ferrari viene anche da ricordare che nella storia delle Alfa Romeo GP Tipo 158 e 159 l’appuntamento di Silverstone fu croce e delizia. Dopo l’inizio folgorante di Farina nel 1950, l’anno successivo la gara non fu vinta dall’Alfetta guidata da Fangio – che comunque poi conquistò il campionato – bensì lo fece una Ferrari: il Cavallino Rampante aveva iniziato la sua progressione vincente nella storia della Formula 1. Alla fine della pur vincente stagione 1951, Alfa Romeo decise di ritirarsi dalle competizioni. E questa è ancora un’altra storia.

 

 

E DUE! ABARTH 124 RALLY DI NUOVO CAMPIONE DELLA R-GT CUP.

E DUE! ABARTH 124 RALLY DI NUOVO CAMPIONE DELLA R-GT CUP.

Per il secondo anno consecutivo l’Abarth 124 rally si aggiudica la R-GT Cup, titolo istituito dalla Federazione Internazionale dell’Automobile e riservato alle Gran Turismo, che si articola su 8 avvincenti gare di cui alcune valide per il Mondiale WRC.

Quest’anno poi è un vero trionfo, dal momento che l’Abarth 124 Rally degli italiani Enrico Brazzoli e Manuel Fenoli ha dominato durante tutto il campionato e ha ottenuto la vittoria con un turno di anticipo.

Infatti a una gara dal termine, il Rally du Valais in programma in Svizzera dal 16 al 19 ottobre, il piemontese Brazzoli, al suo secondo titolo mondiale in carriera, e l’espertissimo Fenoli possono già festeggiare grazie ai tre successi consecutivi nelle prime gare del campionato: il Rally di Montecarlo, corso in condizioni climatiche difficili, con neve e ghiaccio su gran parte del tracciato; il Rally Tour de Corse, celebre per le sue prove speciali tortuose e veloci; il Rally di Sanremo, per molti anni tappa italiana del Mondiale. Tre gare difficili e impegnative, nelle quali l’Abarth 124 rally ha evidenziato le sue doti di performance, handling e affidabilità, permettendo all’equipaggio italiano del team Bernini Rally di raccogliere i punti necessari per cogliere il titolo continentale.

Dunque aspettiamo la consacrazione ufficiale il prossimo mese, ma già da ora possiamo cominciare ad augurarci che non c’è due senza tre! Arrivederci alla R-GT Cup 2020.

 

 

LA SERIE SPECIALE NIGHT EAGLE DI JEEP ESTENDE IL SUO VOLO

LA SERIE SPECIALE NIGHT EAGLE DI JEEP ESTENDE IL SUO VOLO

Dopo il debutto con Jeep Compass, dallo scorso giugno la versione speciale Night Eagle viene proposta anche su Renegade e Cherokee, arricchendole di contenuti tecnologici e motorizzazioni efficienti dedicate agli automobilisti che vogliono distinguersi nella “giungla” metropolitana con la personalità e la grinta tipici di Jeep.

Oltre alle specifiche dotazioni e ai dettagli di design, ciò che caratterizza questa serie speciale è la capacità di accentuare il tratto sportivo e l’aggressività di ogni singolo modello, esaltandone lo stile e le prestazioni.
Sicuramente poi non passano inosservati certi elementi come le finiture in Gloss Black, gli interni pregiati, le dotazioni tecnologiche ai vertici della categoria.

Nel suo complesso, la serie Night Eagle conferma e consolida la capacità di innovazione che Jeep introduce costantemente in quel segmento – i SUV – che ha inventato e fondato nel lontano 1946. Con piena soddisfazione di una clientela sempre crescente – come dimostra la crescita a doppia cifra delle quote di mercato – che richiede maggiori doti di efficienza e comfort, soprattutto in un contesto di spostamenti quotidiani, ma non vuole rinunciare alle proverbiali caratteristiche off-road del marchio.

ABARTH 124 RALLY, PRIMA VOLTA IN GARA CON ALEX FIORIO ED ENNESIMA VITTORIA

ABARTH 124 RALLY, PRIMA VOLTA IN GARA CON ALEX FIORIO ED ENNESIMA VITTORIA

Dopo un’assenza dalle competizioni che durava dal 2012, lo scorso giugno Alex Fiorio è tornato in gara nel Rally del Salento e lo ha fatto al volante della vettura che lui stesso ha sviluppato e collaudato.
Risultato? Il primato tra le vetture Due Ruote Motrici e nella categoria R-GT, oltre che un ottimo 6° posto assoluto conquistato nonostante la concorrenza davvero agguerrita, con molte automobili a trazione integrale delle categorie WRC e R5 di ultima generazione.

“E’ senz’altro un risultato molto positivo – ha detto Alex Fiorio all’arrivo – e mi ha impressionato la prestazione ottenuta sotto la pioggia, dove sulla carta la trazione posteriore risulta sfavorita. Invece, potendo regolare la motricità e l’erogazione della potenza, abbiamo ottenuto un tempo di grande rilievo, precedendo alcuni protagonisti del Campionato WRC”.

Continuano dunque i successi della Abarth 124 rally, dopo i titoli e i campionati di classe conquistati l’anno scorso, mentre da questa stagione ha anche un premio monomarca a lei dedicato e abbinato all’ERC: l’Abarth Rally Cup, iniziato a maggio e ora nel vivo della competizione.

UNA VISITA TRA I SEGRETI DELLO STILE 500

UNA VISITA TRA I SEGRETI DELLO STILE 500

Il mondo automotive è fatto anche di luoghi protetti e riservatissimi, dove hanno libero accesso solo le idee che potranno essere trasformate in una nuova icona di stile, in un nuovo successo. Il Centro Stile Fca di Torino è uno di questi sancta sanctorum ed è quindi una vera notizia la visita offerta ai media internazionali nel reparto Colors&Materials, in particolare nelle stanze dove è nata la Nuova Gamma di Fiat 500.

È stata l’occasione per presentare le nuove versioni top di gamma 500 Star e 500 Rockstar – che propongono novità estetiche esclusive – ma anche per svelare dove e come designer, architetti e tecnici studiano ogni giorno i trend di stile, sperimentano i processi produttivi, creano nuovi colori e inediti accostamenti di materiali, affinché Fiat 500 sia sempre all’avanguardia dello stile e nel cuore degli automobilisti.

Proprio in questo luogo, che sembra qualcosa a metà tra un raffinato atelier di moda e un avveniristico centro di ricerca, nel 2007 il mitico Cinquino è rinato a nuova vita e da qui è ripartito per “colorare” la quotidianità e le strade di tutto il mondo.

«In questi 12 anni di vita non è mai passato di moda, anzi è stato capace di evolvere continuamente, senza mai perdere la propria identità» spiega Luca Napolitano, Head of EMEA Fiat and Abarth brand e promotore di questa visita straordinaria «Tra gli ingredienti del successo le oltre 30 serie speciali nate al Centro Stile con la collaborazione di brand iconici – dalla moda alla nautica di lusso, dalla tecnologia all’heritage – che hanno dato vita a vetture uniche con cui esplorare territori inusuali per una city-car. Tra le più amate ricordiamo la 500C by Gucci e la 500 Riva, le 500-60esimo e 500 Anniversario, le più recenti 500 Mirror, 500 Collezione e 500 Spiaggina ’58. Per arrivare oggi a 500 Star e 500 Rockstar che arricchiscono la gamma per renderla ancora più trasversale, più giovane, più emozionale».

ALFA ROMEO TONALE CONQUISTA IL CAR DESIGN AWARD 2019

ALFA ROMEO TONALE CONQUISTA IL CAR DESIGN AWARD 2019

Nella speciale cornice del Parco Valentino-Salone di Torino 2019 si è svolta la cerimonia di premiazione dei Car Design Award, il prestigioso concorso internazionale promosso dalla rivista Auto&Design, dove il compact SUV del Biscione ha trionfato nella categoria Concept Car.

Come riportato nelle motivazioni della giuria, “i tratti distintivi dello stile italiano vengono proiettati nel futuro in una sintesi tra il prezioso heritage del marchio e un’anticipazione di nuovi canoni” e questo ovviamente proietta il riconoscimento oltre gli orizzonti ristretti dell’annualità del premio.

Tanto è vero che Klaus Busse, Head of FCA Design EMEA, ha dichiarato: «Siamo onorati di ricevere questo ambito premio assegnato al design di Tonale che, come ogni Alfa Romeo, nasce dal perfetto equilibrio tra heritage, velocità e bellezza. Infatti, racchiude in sé i canoni che caratterizzano lo stile italiano e il linguaggio unico di Alfa Romeo: senso delle proporzioni, semplicità e cura per la qualità delle superfici, per un design innovativo ma fedele a una tradizione universalmente apprezzata».

Tutto questo significa che Tonale non sarà solamente il primo SUV compatto ibrido plug-in di Alfa Romeo, ma sarà per tutti un modello di stile che sa far dialogare, in un affascinante presente, la nostra storia e il nostro futuro.

500 MILA UNITÀ IN 5 ANNI: 500X È DA RECORD

500 MILA UNITÀ IN 5 ANNI: 500X È DA RECORD

Lo scorso 23 maggio dalla linea di assemblaggio della fabbrica di Melfi è uscita la Fiat 500X numero 500.000. È un traguardo eccezionale ma non sorprendente, visto che fin dal suo esordio nel 2014 questo crossover ha dimostrato la sua popolarità conquistando subito la leadership nel segmento in Italia ed entrando stabilmente nella top 10 in Europa.

L’esemplare da record è stato prodotto in versione “120°”, che celebra i 120 anni di storia della Fiat, e si presenta con livrea bicolore tuxedo, motore a benzina FireFly da 150 cavalli e cambio automatico a doppia frizione.

Il record produttivo di Fiat 500X è stato realizzato nello stabilimento FCA di Melfi, una delle fabbriche automotive più innovative al mondo, dove oggi si producono i modelli Fiat 500X e Jeep Renegade destinati all’esportazione in oltre 100 Paesi nel mondo. Nei suoi 25 anni di attività, FCA Melfi Plant si è focalizzato sulla creazione di prodotti di elevata qualità attraverso la migliore efficienza dei processi produttivi e, soprattutto, con il coinvolgimento e la formazione di lavoratori altamente specializzati.