INCROCI “INTELLIGENTI” E CITTA’ SENZA SEMAFORI. IL FUTURO AVANZA

INCROCI “INTELLIGENTI” E CITTA’ SENZA SEMAFORI. IL FUTURO AVANZA

INCROCI “INTELLIGENTI” E CITTA’ SENZA SEMAFORI. IL FUTURO AVANZA

Il risultato degli studi condotti dai ricercatori del Massachusetts institute of technology (Mit), dell’Istituto di informatica e telematica del Consiglio nazionale delle ricerche (Iit-Cnr) di Pisa e del Swiss Institute of Technology (Eth), in collaborazione con la Fondazione Centro Studi Enel Sviluppato, rivela la possibilità di sviluppare nuovo sistema per la gestione del traffico veicolare che potrebbe sostituire i tradizionali incroci a semaforo, riducendo così code e ritardi.

Questo sistema prende spunto dalla gestione a ‘slot’ di aerei ed aeroporti: ad ogni veicolo viene garantito uno ‘slot’, ossia uno spazio temporale personalizzato per attraversare l’incrocio, eliminando così lo stop dei semafori. Grazie ad un algoritmo e a tecnologie già esistenti su molte autovetture che permettono alle stesse di dialogare tra loro, la velocità viene controllata in modo che ogni auto raggiunga l’incrocio in corrispondenza dello ‘slot’ assegnatole come fossero sulla pista di un aeroporto.

«Le tecnologie dell’informazione e della comunicazione e i veicoli a guida autonoma cambieranno il panorama della mobilità urbana – aggiunge Carlo Ratti, il direttore del Senseable City Lab del Mit – e in un futuro molto prossimo possiamo immaginarci che i veicoli non avranno più bisogno di fermarsi agli incroci, ma potranno continuare a muoversi senza collisioni».

Lascia un tuo commento