Pneumatici invernali Non rispetti le ordinanze? Attenzione alla sanzione.

Pneumatici invernali Non rispetti le ordinanze? Attenzione alla sanzione.

Pneumatici invernali Non rispetti le ordinanze? Attenzione alla sanzione.

Grazie a una direttiva ministeriale, che dal 2013 ha uniformato il periodo di validità su tutto il territorio nazionale, le ordinanze che impongono l’uso di pneumatici invernali o catene a bordo hanno iniziato ad avere validità da sabato 15 novembre e resteranno in vigore fino al 15 aprile. Sulle strade interessate da queste ordinanze, non avere pneumatici invernali o catene a bordo comporta, naturalmente, delle sanzioni dettate proprio dal Codice della Strada (commi 4 lett. e) e 14 dell’art. 6).

L’automobilista che viaggia su strade in cui vige l’obbligo degli pneumatici invernali o delle catene a bordo senza l’uno o l’altro, paga infatti un minimo di 41 € se sta circolando nei centri abitati, fino a un massimo di 84 € se sta circolando al di fuori. Chi paga entro cinque giorni dalla contestazione ha però diritto ad una riduzione del 30%. Se vi imbattete in un agente molto severo, potrà addirittura intimarvi di bloccare il mezzo finché non lo metterete in regola. In città ci può essere inoltre l’aggravio dell’infrazione per guida pericolosa che comporta una sanzione di altri 39 € (minimo) con annessa decurtazione di 5 punti dalla patente.

Multe ancora più salate sono previste per chi, invece, circola a partire dal 16 maggio con pneumatici invernali con codice di velocità inferiore a quello delle gomme estive riportato sulla carta di circolazione. In questo caso la sanzione parte da 419,00 € e può arrivare fino a 1.682,00 € senza contare il ritiro del libretto della vettura e l’obbligo di revisione del veicolo presso l’ufficio del dipartimento dei Trasporti Terrestri.
Se viaggiate spesso, conoscere in anticipo le strade e le località in cui sono previsti gli obblighi di dotazioni invernali può diventare un problema. Per avere sempre sotto controllo l’elenco aggiornato delle ordinanze potete consultare il sito www.pneumaticisottocontrollo.it.

Nella sezione “ordinanze” potrete scaricare quelle di ciascuna Provincia e quelle di Autostrade/Anas. Sullo stesso portale si può anche sfogliare il volantino informativo “Un inverno in sicurezza ed in regola”, distribuito anche presso i gommisti specializzati già da settembre.

L’anno scorso le ordinanze hanno interessato 53 Province su 110, centinaia di Comuni e la stragrande maggioranza dei tratti autostradali coprendo così tutte le regioni d’Italia. Il 2015 non sarà da meno quindi non prendetela con leggerezza: un paio di visite al gommista all’anno terranno più al sicuro sia voi (e i vostri passeggeri) che il vostro portafogli.