RCA CONTRASSEGNO ELETTRONICO, LE INDICAZIONI IVASS

RCA CONTRASSEGNO ELETTRONICO, LE INDICAZIONI IVASS

RCA CONTRASSEGNO ELETTRONICO, LE INDICAZIONI IVASS

Come ormai noto a tutti, dal 18 ottobre non è più obbligatorio esporre il contrassegno di assicurazione RC auto sui veicoli. L’obiettivo di questa piccola rivoluzione nelle abitudini degli automobilisti è quello di limitare il fenomeno dell’evasione dell’obbligo di stipula di una polizza e di portare a una sensibile riduzione dei costi di assicurazione.

Come sarà accertata, in caso di controllo da parte delle autorità competenti, la regolarità della propria posizione assicurativa?
L’IVASS, l’Istituto di Vigilanza sulle Compagnie Assicurative ha fatto un po’ di chiarezza a riguardo. Innanzitutto gli automobilisti possono mostrare l’attestazione della stipula del contratto e del pagamento del premio che deve essere, in ogni caso, tenuta a bordo del veicolo in copia cartacea, come definito dall’articolo 180 del Codice della Strada.

Questo documento prevale rispetto a quanto accertato a seguito della consultazione della banca dati delle coperture assicurative. Il timore è che, in questa prima fase, i dati on line non siano ancora del tutto completi o che possano esserci dei malfunzionamenti del sistema.

In caso di incidente, informazioni sulla copertura assicurativa della controparte possono essere richieste alla Consap. È la Concessionaria Servizi Assicurativi Pubblici, interamente partecipata dal ministero dell’Economia. La stessa Consap che gestisce il Fondo di garanzia per le vittime della strada, interviene per coprire i danneggiati a seguito di incidenti con auto non assicurate o con pirati della strada.

Lascia un tuo commento